Vincitrice dell’ottavo Premio di Poesia Gabriel Ferrater (2009), "La caccia dell’uomo" è una rilettura odierna in forma poetica del "Re Lear" di Shakespeare. Fedele alla struttura della tragedia classica, "La caccia dell’uomo" è la prima opera poetica catalana composta in distici di versi ottonari e decasillabi. La presente traduzione italiana mantiene intatto questo schema metrico, preservando allo stesso tempo l’unità formale e il contenuto.

La caccia dell'uomo

Leonardo Mancini
2014-01-01

Abstract

Vincitrice dell’ottavo Premio di Poesia Gabriel Ferrater (2009), "La caccia dell’uomo" è una rilettura odierna in forma poetica del "Re Lear" di Shakespeare. Fedele alla struttura della tragedia classica, "La caccia dell’uomo" è la prima opera poetica catalana composta in distici di versi ottonari e decasillabi. La presente traduzione italiana mantiene intatto questo schema metrico, preservando allo stesso tempo l’unità formale e il contenuto.
La caça de l'home
Mimesis Edizioni
Mimesis
1
110
9788857522418
Poesia catalana, letteratura in lingua catalana contemporanea
Mancini, Leonardo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
mancini-balasch-la caccia dell'uomo.pdf

Accesso riservato

Descrizione: Libro
Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 1.45 MB
Formato Adobe PDF
1.45 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2318/1652477
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact