L’attuale processo di professionalizzazione delle mansioni sanitarie ha portato le varie istituzioni sanitarie e sociali ad una riflessione critica relativamente alle competenze professionali da utilizzare per rispondere alle esigenze di un Paese che deve, sempre di più, tenere conto dei bisogni di salute/malattia dei suoi cittadini tendendo a migliorare la qualità della vita. Occorre, quindi, preparare professionisti sanitari in grado di intervenire responsabilmente, con elevate competenze, nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca negli ambiti pertinenti i singoli profili professionali e la capacità di integrarsi nel lavoro multi professionale. Le competenze da acquisire devono essere orientate “... all’organizzazione e gestione dei servizi sanitari, ai criteri di finanziamento ed ai bilanci, alla gestione delle risorse umane ed alla organizzazione del lavoro, agli indicatori di qualità dei servizi e delle prestazioni...” . La formazione manageriale diventa parte rilevante del background culturale e professionale del nuovo dirigente sanitario. Quali sono, dunque, i bisogni formativi di un laureato in Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione? Quali aree di competenza e skill necessitano di essere inseriti nel profilo formativo specifico?

Il laureato in scienze delle professioni sanitarie della prevenzione: ruolo, competenze professionali, funzioni. Quale impiego e quali strategie formative.

Tiziana Schilirò
2018

Abstract

L’attuale processo di professionalizzazione delle mansioni sanitarie ha portato le varie istituzioni sanitarie e sociali ad una riflessione critica relativamente alle competenze professionali da utilizzare per rispondere alle esigenze di un Paese che deve, sempre di più, tenere conto dei bisogni di salute/malattia dei suoi cittadini tendendo a migliorare la qualità della vita. Occorre, quindi, preparare professionisti sanitari in grado di intervenire responsabilmente, con elevate competenze, nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca negli ambiti pertinenti i singoli profili professionali e la capacità di integrarsi nel lavoro multi professionale. Le competenze da acquisire devono essere orientate “... all’organizzazione e gestione dei servizi sanitari, ai criteri di finanziamento ed ai bilanci, alla gestione delle risorse umane ed alla organizzazione del lavoro, agli indicatori di qualità dei servizi e delle prestazioni...” . La formazione manageriale diventa parte rilevante del background culturale e professionale del nuovo dirigente sanitario. Quali sono, dunque, i bisogni formativi di un laureato in Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione? Quali aree di competenza e skill necessitano di essere inseriti nel profilo formativo specifico?
3
55
59
http://www.ojs.unito.it/index.php/pinc
Massimiliano Tisi, Tiziana Schilirò
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PinC_3.2018.pdf

Accesso riservato

Tipo di file: PDF EDITORIALE
Dimensione 270 kB
Formato Adobe PDF
270 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/1668977
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact