Bassi livelli di civismo, scarsa fiducia nelle istituzioni, particolarismo e conflittualità: è l'immagine che ha caratterizzato la nostra cultura politica dagli anni '50 in poi. Ma gli italiani sono ancora così? E in che cosa le altre democrazie sarebbero diverse? Questo volume, frutto di un vasto e approfondito lavoro di ricerca, esplora le trasformazioni avvenute nel nostro tessuto civico e valoriale nel corso degli ultimi vent'anni, mettendole a confronto con quanto si può osservare in altri paesi occidentali (Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Spagna). Le distanze appaiono oggi accorciate: mentre l'Italia è cresciuta rapidamente, gli altri paesi sono cresciuti di meno o non sono cresciuti affatto. In controtendenza rispetto agli altri paesi, tuttavia, i valori degli italiani tendono ad essere più tradizionalisti e convenzionali, meno secolarizzati e più dogmatici. Inoltre la sfera della morale civile appare polarizzata tra una parte di cittadini che professa il diritto di scelta individuale su tutto ciò che concerne la persona e un'altra, più consistente, che tiene in maggior conto il rispetto delle regole e l'interesse pubblico. Ne derivano due diversi atteggiamenti rispetto alla politica: più attivo e partecipato nel primo caso, più passivo e meno impegnato nel secondo.

La sfida dei valori. Rispetto delle regole e rispetto dei diritti

SCIOLLA, Loredana
2004

Abstract

Bassi livelli di civismo, scarsa fiducia nelle istituzioni, particolarismo e conflittualità: è l'immagine che ha caratterizzato la nostra cultura politica dagli anni '50 in poi. Ma gli italiani sono ancora così? E in che cosa le altre democrazie sarebbero diverse? Questo volume, frutto di un vasto e approfondito lavoro di ricerca, esplora le trasformazioni avvenute nel nostro tessuto civico e valoriale nel corso degli ultimi vent'anni, mettendole a confronto con quanto si può osservare in altri paesi occidentali (Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Spagna). Le distanze appaiono oggi accorciate: mentre l'Italia è cresciuta rapidamente, gli altri paesi sono cresciuti di meno o non sono cresciuti affatto. In controtendenza rispetto agli altri paesi, tuttavia, i valori degli italiani tendono ad essere più tradizionalisti e convenzionali, meno secolarizzati e più dogmatici. Inoltre la sfera della morale civile appare polarizzata tra una parte di cittadini che professa il diritto di scelta individuale su tutto ciò che concerne la persona e un'altra, più consistente, che tiene in maggior conto il rispetto delle regole e l'interesse pubblico. Ne derivano due diversi atteggiamenti rispetto alla politica: più attivo e partecipato nel primo caso, più passivo e meno impegnato nel secondo.
IL Mulino
1
7
267
9788815102638
valori; comparazione internazionale; religione; fiducia; capitale sociale; cultura civica
L. SCIOLLA
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/16706
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact