L’alta pianura piemontese ospita diverse specie di anfibi, tra cui Rana latastei e Triturus carnifex, taxa di elevato interesse conservazionistico. Il presente lavoro valuta lo stato conservazionistico delle due specie in una fascia di pianura a cavallo del Po tra Carignano (TO) e Saluzzo (CN). Si esamina inoltre l’influenza di alcune variabili ambientali sulla presenza delle due specie. L’analisi dei dati pregressi ha permesso di individuare 47 siti di presenza, di cui 30 utilizzati da R. latastei e 18 da T. carnifex. Le ricerche sul campo hanno evidenziato la scomparsa di R. latastei dal 47% dei siti e di T. carnifex da oltre il 70%, per cause sia antropiche che naturali (alluvioni). L’analisi multivariata sulle variabili ambientali ha evidenziato che R. latastei predilige pozze con poca vegetazione acquatica, poche specie sintopiche e abbondante copertura forestale circostante. T. carnifex invece frequenta pozze con molta vegetazione sommersa, molte specie sintopiche e scarsa copertura forestale; inoltre subisce una forte pressione predatoria a causa dell’ittiofauna. In base ai dati ottenuti, infine, vengono fornite indicazioni per i futuri progetti di conservazione e gestione.

Conservation status of Rana latastei and Triturus carnifex in the upper Po plain

BOTTO, VALENTINA;SEGLIE, DANIELE
2010

Abstract

L’alta pianura piemontese ospita diverse specie di anfibi, tra cui Rana latastei e Triturus carnifex, taxa di elevato interesse conservazionistico. Il presente lavoro valuta lo stato conservazionistico delle due specie in una fascia di pianura a cavallo del Po tra Carignano (TO) e Saluzzo (CN). Si esamina inoltre l’influenza di alcune variabili ambientali sulla presenza delle due specie. L’analisi dei dati pregressi ha permesso di individuare 47 siti di presenza, di cui 30 utilizzati da R. latastei e 18 da T. carnifex. Le ricerche sul campo hanno evidenziato la scomparsa di R. latastei dal 47% dei siti e di T. carnifex da oltre il 70%, per cause sia antropiche che naturali (alluvioni). L’analisi multivariata sulle variabili ambientali ha evidenziato che R. latastei predilige pozze con poca vegetazione acquatica, poche specie sintopiche e abbondante copertura forestale circostante. T. carnifex invece frequenta pozze con molta vegetazione sommersa, molte specie sintopiche e scarsa copertura forestale; inoltre subisce una forte pressione predatoria a causa dell’ittiofauna. In base ai dati ottenuti, infine, vengono fornite indicazioni per i futuri progetti di conservazione e gestione.
http://www.shiabruzzomolise.it/Congress.htm
Rana latastei; Triturus carnifex; population decline; habitat loss
Botto V; Seglie D
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Riassunti Congresso SHI_2010 (1).pdf

Accesso riservato

Tipo di file: MATERIALE NON BIBLIOGRAFICO
Dimensione 1.37 MB
Formato Adobe PDF
1.37 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2318/90378
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact